Piccinin Azienda Agricola

Chi siamo
  

La contrada dei Muni è da sempre la contrada dei suoi avi, ora di famiglia. Una piccola insenatura laterale della Val d’Alpone, ove scorre l’omonimo torrente. Diparte, da San Giovanni Ilarione, una tortuosa e ripida carreggiata, la qual conduce a diversi altopiani situati a circa 400 m.sl.m. ! Alla spalle il massiccio dei monti Lessini, a valle il noto abitato di Soave. Daniele era socio attivo nel ristorante che aveva contribuito a fondare, s’occupava della sala e della cantina. In seguito a questa attività ebbe l’occasione d’assaggiar i vini di Angiolino Maule…ne fu rapito! Intraprese un percorso agricolo, da cui nacque la sua attività vitivinicola circa dieci anni fa, nel 2006 precisamente. Recupera una varietà presente , nel territorio circostante, da migliaia di anni…la Durella! Si diletta anche con chardonnay e pinot nero! L’elevata acidità della Durella merita l’antico appellativo di uva Rabiosa, grappoli selezionati da cui ricava ,in purezza, una delle sue etichette : il Montemagro. Il Bianco dei Muni è composto per il 50% da Chardonnay e per il restante 50% da Durella. Daniele analizza con cura le sue vigne circostanti e si immerge nello scenario territoriale della sua contrada, agisce con cognizione e conseguenza, senza prender parte al giogo della religione agricola. Produce vini normali, secondo natura, senza ricader nella definizione naturale, che molto spesso ostenta il difetto. Solo rame e zolfo, nessun pesticida, erbicida o sistemico fa capolino….alcune vigne non sono nemmeno trattate con la poltiglia bordolese! Principi agricoli per nulla invasivi, sinergia, armonia e rispetto della natura stessa, l’equilibrio della vigna è il conseguente arricchimento della fertilità del suolo! In cantina non si praticano filtrazioni o chiarificazioni ma solo lente fermentazioni spontanee con una manciata di solfiti pre-imbottigliamento.