Cantine Castello Conti

Chi siamo
  

Tre sorelle e ‘il rossodelle donne’

Alle Cantine del Castello Conti, delle sorelle Elena, Anna e Paola, c’è un altro Piemonte da riscoprire, permeato di passione nella valorizzazione di un antico territorio vitivinicolo ricco di storia e di eccellenze.

Siamo sulle colline di Maggiora, in provincia di Novara, ai piedi del Monte Rosa. I porfidi rossi e le pietre di un Supervulcano fossile, riconosciuto nel 2013 come Geoparco dall’UNESCO, compongono il terreno su cui sorgono i vigneti che, grazie all’interazione con un microclima favorevole, rendono questo terroir particolarmente vocato per la coltivazione di Nebbiolo (Spanna), Vespolina e altre uve.

Entusiaste produttrici del Boca doc ‘il rosso delle donne’, proseguono la tradizione familiare iniziata nel 1963 dal loro padre Ermanno (uno tra i primi produttori storici di questa doc), continuando a credere nelle potenzialità di questo vino dal carattere distintivo, di grande finezza ed eleganza, dalla mineralità e freschezza pronunciata. Un vino longevo, dal colore rubino intenso tendente al granato che al naso offre un ampio spettro di profumi: dalla speziatura al balsamico e in bocca la freschezza e la persistenza, che garantisce una beva invogliante e di facile abbinamento con il cibo.

Oltre al Boca e allo Spanna doc, in questi anni hanno ampliato la gamma dei vini proposti. Nel 2010 è nato “Flores” Colline Novaresi Nebbiolo doc (nebbiolo in purezza senza l’aggiunta di solfiti) e “Zingara” (croatina). Nel 2013 “Origini rosso” segna l’inizio del recupero di alcuni vigneti storici allevati “alla maggiorina” destinati all’abbandono. A fine estate 2019 viene presentato “Origini bianco” a base di uva “innominabile” locale ed infine “Fiore rosso”, una selezione di uve delle vecchie vigne alla maggiorina, vinificate senza l’uso della solforosa.

Le vigne si trovano tutte a Maggiora, tre ettari e mezzo suddivisi in una decina di vigne. Ai due vigneti storici – Motto grande e Cappelle – e alle maggiorine, si è aggiunto nei primi mesi del 2017 l’impianto del vigneto al Pettirosso, parte di una collina acquistata a Maggiora dal padre negli anni ’80, già con l’intento di riportare la vigna in una zona storicamente vocata per la produzione del Boca doc, che ha visto la sua prima vendemmia nell’autunno 2019.

Negli spazi della Cantina-Castello, in cui avviene la vinificazione delle uve e tutti i processi che portano alla realizzazione dei loro vini, si trova il punto vendita e i locali di degustazione, dove, periodicamente, la valorizzazione e la promozione del vino converge con iniziative artistico-culturali..

Una scelta aziendale di continuità attraverso il tempo, del vino, del luogo, della tradizione e della tenacia nell’esserne custodi.